In Evidenza
E' online il numero XV di

Scarica il rapporto

Esce il 6 marzo 2016 il Rapporto RES

"L'università in declino"

Vai alla scheda

Scarica l'appendice online del volume -

News

Pubblicato il volume "Mafie del Nord. Strategie criminali e contesti locali"

Vai alla scheda

Messaggio
  • Direttiva UE sulla e-Privacy

    Questo sito web utilizza dei cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione e altre funzioni. Cliccando sul pulsante in basso acconsenti all'attivazione di tali tipologie di cookies da parte di questo sito.

    Leggi la direttiva UE sulla e-Privacy

In vendita in tutte le librerie italiane il volume:

Dall'isola al mondo

L'internazionalizzazione leggera in Sicilia

Dall'isola al mondo

Rapporto di ricerca 2012 della Fondazione Res

A cura di Pier Francesco Asso e Carlo Trigilia

Donzelli Editore

 

 

 

 

 

 

 

La grave crisi finanziaria che ha colpito l’economia mondiale dopo il 2008 non ha fatto che accentuare l’esigenza di internazionalizzazione delle imprese. In effetti, le aziende che hanno affrontato meglio le pesanti conseguenze della recessione sono generalmente quelle più capaci di esportare o di operare sui mercati esteri. Le difficoltà a percorrere la strada dell’internazionalizzazione sono più marcate nelle regioni arretrate. È noto, per esempio, come la capacità di esportare sia molto bassa in Sicilia e, più in generale, in tutto il Mezzogiorno. Da che cosa dipendono queste difficoltà? E come si possono superare? Questo volume analizza il fenomeno mettendo a fuoco le caratteristiche dei principali protagonisti: le imprese e gli imprenditori. Pur muovendosi in un contesto economico difficile, ci sono infatti anche in Sicilia aziende e imprenditori che riescono a «uscire dall’isola», a muoversi nel mercato aperto e a proiettare le proprie attività in contesti lontani, definendo strategie e affrontando investimenti per superare le barriere all’ingresso in mercati nuovi. Il fattore chiave dell’internazionalizzazione sembra essere la capacità degli imprenditori di mettere in collegamento le opportunità offerte dalla domanda internazionale con le risorse naturali e umane locali. Nel mercato internazionale cresce la domanda di beni specializzati di qualità: prodotti agricoli e primizie; beni agro-alimentari legati a particolari produzioni locali (vino, frutta, pesce); prodotti per la casa come marmi e pietre con caratteristiche particolari. In tutti questi casi vi è la possibilità di valorizzare produzioni locali legate a caratteri del territorio (suolo, clima), ma anche a lunghe tradizioni di saper fare. Interventi di sostegno intelligente dovrebbero aiutare a cogliere queste opportunità.