Libra Coin Facebook: Cos’è e Come Funzionerà la Criptovaluta

Libra, la nuova criptovaluta di Facebook, dopo la sua nascita è riuscita a far parlare di se ed attirare la curiosità di tutti coloro che sono interessati a investire in questo strumento e sfruttarlo per svolgere tutte le diverse operazioni consentite dalla stessa. Ecco tutto quello che devi sapere in merito alle diverse novità che riguardano questa moneta virtuale in parte proprietà di Facebook. 

Libra, una criptovaluta diversa dalle altre

Una delle novità in merito a Libra consiste nella sua diversità rispetto a tutte le altre valute virtuali realizzate in passato: questa sarà collegata direttamente ai vari assett relativi alle Banche Centrali di Stato, pertanto i classici cambi di valore che in passato hanno caratterizzato le altre criptovalute saranno totalmente assenti.  Questo per garantire alla stessa moneta di Facebook quella stabilità che deve essere certificata e che permetterà di operare in modo costante sfruttando la stessa: secondo quanto annunciato durante la presentazione della moneta digitale, questa avrà il valore pari a un dollaro e rimarrà stabile col passare del tempo.

Inoltre il fattore sicurezza rappresenterà un elemento aggiuntivo che andrà a caratterizzare la moneta virtuale di Facebook: saranno diversi gli enti di controllo che opereranno affinché sia possibile evitare il riciclo della stessa moneta realizzata da Zuckerberg e dalla Libra Association.  In passato la clonazione di alcune criptovalute ha fatto crollare il valore finanziario delle stesse e reso meno stabile la quantità di monete realizzate, nonché limitato alcune delle funzionalità promesse dopo la creazione della moneta online. Tale situazione non dovrebbe venirsi a palesare con la moneta di Facebook, visto che la possibilità di riciclare la stessa sarà assente. 

La creazione del portafoglio virtuale di Libra (Wallet)

Altro annuncio importante in merito alla criptovaluta riguarda il wallet che permette di accumulare e gestire, nel migliore dei modi, la suddetta criptovaluta. Anche le altre criptovalute, se ne sei in possesso o intendi acquistarne, necessitano di un wallet, ovvero un portafoglio digitale online, che permette di inserire le stesse e utilizzarle nel momento del bisogno per effettuare tutte le differenti operazioni come scambi, investimenti e altre procedure similari.  Il wallet di Libra prende il nome di Calibra e sarà gestito da Facebook: il fondatore del social network ha voluto sottolineare come, questo strumento sarà protetto da una serie di codici e sistemi crittografati che assicureranno, agli utilizzatori di questa moneta virtuale, la possibilità di svolgere tutte le varie operazioni in totale sicurezza.

Inoltre il wallet non sarà assolutamente collegato a Facebook, anche se si utilizzano le medesime credenziali di accesso sfruttare per la realizzazione di un profilo sul social network. Il portale non utilizzerà in alcun modo le informazioni che vengono utilizzate per inserire le diverse tipologie di inserzioni sul portale social, garantendo quindi il massimo livello di riservatezza senza che possano sorgere situazioni dove la pubblicità diviene invasiva e crea non pochi disturbi durante l’utilizzo di Facebook. 

Facebook e il guadagno con Libra

Libra verrà gestito in maggior parte da Facebook e dal suo team di fondatori ma non in modo esclusivo, visto che Paypal. Visa, Ebay e altri componenti della Libra Association entreranno in gioco per prendere decisioni in merito alle novità e sviluppo della stessa moneta virtuale.
Il vero guadagno di Facebook è da ricercare nella percentuale che otterrà grazie all’acquisto e utilizzo degli investitori con Libra: la società di Zuckerberg ha ben pensato di siglare un accordo che le permetterà di ottenere somme di denaro abbastanza interessanti che potrebbero essere investite per migliorare la stessa criptovaluta o il servizio offerto dal social network.

Per ora la moneta virtuale appartiene solo a un progetto che necessita di essere completamente finalizzato, dato che la data di debutto della stessa dovrebbe essere fissato per la prima metà dell’anno prossimo, ovvero del 2020. Per ora sarà possibile conoscere tutte le diverse novità che verranno annunciate nel corso della seconda parte dell’anno attuale, ovvero 2019, per poi valutare se la criptovaluta riuscirà a rispettare tutti i parametri annunciati dai fondatori della stessa.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.