Mutuo Banco di Napoli: Calcolo Rata, Tasso, Simulazione e Surroga Mutui

Finalmente hai ottenuto il contratto a tempo indeterminato, ti senti stabilizzato e puoi permetterti di fare qualche pensiero in grande. Hai abbastanza liquidità da permetterti di trovare una casetta per andare a vivere per conto tuo, o con la tua dolce metà… ma ancora non sei convinto se sia meglio farti carico di un mutuo o prendere una casa in affitto?
La questione è piuttosto delicata perché direttamente commensurabile al tuo modus vivendi e alle tue disponibilità liquide. Sicuramente entrambe le situazioni presentano vantaggi e svantaggi, che vanno analizzate anche in rapporto alla tua disponibilità economica e alle prospettive che hai per il tuo futuro.

Mentre in passato si puntava all’acquisto di una casa come garanzia di un futuro stabile per sé e per la propria discendenza, al tempo presente sono occorse modifiche sensibili dello stile di vita dettato da rivoluzioni in ambito sociale e lavorativo. La scelta di farsi carico di un debito pluriennale come può essere un mutuo non è più la soluzione adatta a molti. L’affitto si prospetta, in questi casi, come un impegno dal peso economico molto meno gravoso, la soluzione ideale per quanto riguarda persone con una situazione lavorativa ancora incerta, che non abbiano ancora deciso dove risiedere stabilmente o che si trovino a cambiare spesso luogo per motivi di lavoro.

Il mutuo però si configura come scelta sensata e vantaggiosa nei casi in cui tu disponga di un contratto di lavoro stabile e ben remunerato, con cadenza periodica fissa, e abbia le idee chiare su dove e come vuoi vivere. In una situazione di questo tipo potresti essere portato a voler porre le basi per costruire una solida famiglia e un futuro stabile per te e per i tuoi familiari, e potresti quindi optare per l’accollo di un mutuo per acquistare un immobile che diverrà la tua casa per la vita.

Un Istituto bancario di riferimento a cui potresti rivolgerti è il Banco di Napoli, una realtà affidabile le cui origini risalgono ad un primo Monte di Pietà fondato nel XVI secolo con lo scopo di concedere prestiti su pegno senza interessi, ingrandito poi riunendo altri sette istituti bancari sorti successivamente in un’unica realtà che li raggruppava sotto il nome di Banco di Napoli. Ad oggi il Banco fa parte della più grande realtà del Gruppo Intesa Sanpaolo, Gruppo leader nel settore con numerose sedi sia in Italia che all’estero, in particolare sul bacino mediterraneo ed in Europa Centro-Orientale.

Vantaggi di un mutuo

Di seguito i vantaggi conseguenti dall’accollo di un mutuo:

  • Raggiungere una sicurezza e una stabilità nella vita: comprare una casa può porre le basi concrete per costruirti un futuro ed effettuare progetti a lungo termine;
  • Lasciare un’eredità: dopo la tua dipartita, i tuoi eredi potranno disporre del tuo immobile nella maniera che ritengono più opportuna, rivendendolo o mettendolo in affitto per avere ulteriori entrate;
  • Affittare l’immobile: è possibile non usufruire in prima persona dell’immobile, ma cederlo in affitto per disporre di un’ulteriore rendita;
  • Usufruire di tassi di interesse agevolati: molte offerte di mutui tengono conto di situazioni particolari come famiglie numerose o titolari di un solo reddito, mettendo a disposizione sconti e agevolazioni sui tassi di interesse;
  • Godere degli sgravi fiscali sulla manutenzione e ristrutturazione: potrai modificare, abbellire o sistemare il tuo immobile ogni volta che vorrai e godere delle detrazioni fiscali previste dalla Legge per ogni lavoro effettuato o dispositivo acquistato;
  • Godere di una sicurezza in situazioni particolari: in una situazione di difficoltà economica o in cui ti trovassi senza lavoro, il tuo immobile resterebbe tuo. In caso di affitto, avresti seri problemi a continuare a pagare il canone mensile e rischieresti lo sfratto.
  • L’acquisto di un immobile potrebbe quindi rispondere all’esigenza di avere sicurezza e stabilità.

L’offerta del Banco di Napoli

L’Istituto bancario mette a disposizione, per l’acquisto di prima o seconda casa, l’offerta Mutuo Domus, con un tasso d’interesse che può essere fisso o variabile ed essere integrato con due coperture aggiuntive:

  • Sospensione rate: consente di interrompere il rimborso per massimo tre volte;
  • Flessibilità durata: consente di modulare la durata del mutuo per un massimo di cinque anni.

Il Mutuo Domus si configura in una serie di offerte altamente personalizzabili e adattabili alle esigenze di ogni cliente:

  • Mutuo Domus con finalità abitativa e surroga: si tratta di un mutuo ipotecario dedicato a chi ha esigenza di costruire, acquistare o ristrutturare la propria abitazione. Il Gruppo Intesa Sanpaolo si fa carico dei costi correlati all’operazione di trasferimento di un mutuo già in essere presso un altro istituto bancario;
  • Mutuo Domus con finalità Rifinanziamento: mutuo ipotecario dedicato a chi deve rifinanziare un mutuo del primo tipo già in essere. Consente di ottenere ulteriore liquidità;
  • Mutuo Domus per spese e investimenti: mutuo ipotecario dedicato ai giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni per l’acquisto della prima casa. Copre fino al 100% del valore dell’immobile oggetto di acquisto e dà la possibilità di sospendere le rate fino a 6 mesi consecutivi in caso di necessità, nonché di modulare la durata del mutuo per un massimo di cinque anni.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo inoltre mette a disposizione dei suoi clienti la Polizza Proteggi Mutuo per tutelarli da eventualità straordinarie che possano compromettere il regolare pagamento del mutuo. Per una maggiore sicurezza è inoltre possibile abbinare le Polizze Incendio Mutui e la Polizza Abitazione&Famiglia all’offerta Mutuo Domus.

I requisiti per ottenere un mutuo

Prima di procedere con l’erogazione di un mutuo, l’Istituto bancario deve opportunamente valutare le tue caratteristiche anagrafichelegali e finanziarie, che sono:

  • Residenza in Italia o cittadinanza in uno Stato membro dell’Unione Europea;
  • Cittadinanza straniera ma comunque regolare residenza in Italia;
  • Almeno diciotto anni compiuti;
  • Limite di età consentito, generalmente stabilito dalla Banca in funzione del tipo di finanziamento richiesto.
  • Altri elementi di cui la Banca dovrà tenere conto sono: – Reddito netto del richiedente e del suo nucleo familiare, desumibile dall’ultima dichiarazione dei redditi presentata;
  • Valore di acquisto dell’immobile oggetto del finanziamento;
  • Presenza di soggetti terzi che fungano da garanti per l’erogazione.

Il criterio fondamentale preso in esame è la capacità di rimborso, stimata attraverso l’applicazione di un rapporto rata/reddito che dovrebbe risultare inferiore al 30/35% del reddito netto mensile complessivo dei richiedenti. Tale valutazione è comunque soggetta al tipo di reddito e ai criteri stabiliti dalla singola banca, considerando anche il tasso mensile sulla rata rilevato alla data di valutazione.

Se l’esito di questo primo controllo dei requisiti è positivo, l’istituto bancario procederà con la fase di istruttoria raccogliendo la documentazione necessaria. Dovresti comunque disporre di una somma pari a circa il 20% del prezzo di acquisto e di ulteriore denaro per sostenere gli altri costi connessi alla transazione, come il deposito cauzionale, le spese notarili e l’intermediazione. Il mutuo va a coprire l’80% delle spese complessive, il restate 20% resta a tuo carico.

Assistenza clienti

Qualora necessitassi di ulteriori informazioni, il Banco di Napoli è a disposizione degli utenti sia attraverso dei numeri verdi attivi dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00 e il sabato dalle 9.00 alle 15.00, nonché via messaggio scritto attraverso un form precompilato presente sul <a href=”https://www.intesasanpaolo.com/it/bancodinapoli” target=”_blank” rel=”noopener”>sito della Banca</a>. Dallo stesso sito è possibile ottenere un’assistenza in tempo reale via chat cliccando sul bottone “Parla con noi”.

Vota Questo Articolo

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.