Mutuo Prima Casa: Calcolo Rata, Simulazione e Offerte dei Mutui per l’acquisto della prima Casa

Coloro che desiderano acquistare il primo immobile, dovranno trovarsi a stipulare il primo mutuo. Tutti coloro che non hanno a disposizione liquidità per l’acquisto della prima casa fanno ricorso ad un sussidio erogato dalla banca che generalmente si aggira su l’80% del valore dell’immobile. La cifra restante viene invece coperta dal soggetto che stipula il mutuo, in modo diretto. Un importo del 100% rappresenta un caso raro, è un’alternativa ma è difficile che la banca eroghi una somma così elevata a meno che non si tratti di una cifra molto contenuta o di un prestito personale che non figuri come mutuo.

Come calcolare la rata del mutuo: differenze e caratteristiche

Per selezionare il mutuo ideale è opportuno visionare i tassi e le offerte dei singoli istituti bancari, personalizzando la propria richiesta è possibile avere un quadro chiaro dell’importo che si andrebbe a pagare mese per mese. Per calcolare la rata del mutuo in modo esatto è necessario inserire alcuni parametri ovvero la durata del mutuo, il tipo di importo da finanziare e il tasso di interesse scelto.

Quando si seleziona un istituto bisogna fare molta attenzione non solo alle spese e alla rata fisica del mutuo ma anche a tutti i costi accessori che potrebbero cambiare di molto l’importo finale da pagare. Oltre alla cifra che viene restituita per pagare il finanziamento infatti, la banca prevede il pagamento di assicurazioni che sono ormai obbligatorie. L’importo da pagare varia da istituto ad istituto, questa voce deve essere inclusa nel conteggio finale. Attenzione anche alle cifre che devono essere anticipate o se vi sono clausole finali sul prezzo, come maxi rate. Anche se in linea generale le offerte bancarie sono molto simili, questi cavilli possono far protendere per uno piuttosto che un altro istituto di credito. 

Simulazioni di una rata per la stipula di un mutuo

Volendo visionare alcune delle tariffe attualmente presenti sul mercato per scegliere quella che meglio si adatta all’acquisto della prima casa è possibile dare un’occhiata ai principali istituti che erogano mutui.

CARIPARMA – Offre un mutuo base per un importo di 50mila euro con un tasso dell’1.55% fisso e taeg a 1.80% con durata 20ennale e un pagamento quindi totale di 58.181,80 euro che prevede una rata mensile di 242.42 euro.

IWBANK – Offre un mutuo a tasso fisso per l’importo richiesto di 50mila euro con un tasso dell’1.65% e un taeg dell’1.88% con durata di 20 anni e un costo finale di 58.736.99 euro. La rata in questo caso è di 244.74 euro.

UBI BANCA – Per un mutuo di 50mila euro a tasso fisso destinato all’acquisto della prima casa, offre un tasso pari a 1.65%, taeg 2.04% e un importo da restituire di 58.763,99 euro in venti anni. La rata è la medesima di IWBANK con 244.74 euro.

BANCO BPM – Si differenzia in quanto offre un pacchetto denominato Tasso Fisso Last Minute, l’importo finanziabile di 50 mila euro prevede un tasso dell’1.73% e un taeg di 2.10% in venti anni. Il costo finale sarà di 59.183,50 euro con una rata di 246.60 euro.

Offerte degli istituti bancari per l’acquisto della prima casa

Per coloro che intendano acquistare casa ci sono offerte particolarmente vantaggiose per stipulare un mutuo. La prima cosa da fare è decidere se si vuole sottoscrivere un pagamento a tasso fisso o variabile, la differenza sostanziale è che nel tasso fisso la rata da pagare mensilmente è predeterminata e non subisce variazioni, ciò consente di fare previsioni molto accurate sulla spesa mensile. Nel caso invece di rata variabile, questa risente delle variazioni finanziarie del mercato e di conseguenza la rata oscilla mensilmente. Qui il rischio finanziario è molto più alto ma, laddove il mercato oscilli verso il basso si pagherà una rata ben più bassa di quella con tasso fisso.

Facendo una comparazione di prezzi e costi relativi anche alle spese di istruttoria, perizia e promozioni annesse ci sono degli istituti che offrono offerte vantaggiose per chi intenda sottoscrivere un mutuo nel 2019.

Le più notevoli sono la proposta della banca CREDEM che offre un Tan dell’1.58% e un Taeg dell’1.90% con le spese di istruttoria pari a 1.200 euro e la perizia pari a 280 euro e la proposta di IWBANK che offre un buon tasso fisso e non prevede alcuna spesa di perizia o di gestione ma solo istruttoria pari a 600 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.