Piano di Ammortamento Mutuo: Calcolo e Simulazione

Il piano di rimborso di un finanziamento nella sua totalità, con il saldo periodico del capitale residuo da versare aggiornato per singola rata, prende il nome di piano di ammortamento e si utilizza sia per le richieste di finanziamento che per i mutui veri e propri.

Quando stipuli un finanziamento, l’istituto bancario a cui ti rivolgi per effettuare la tua richiesta analizza la tua capacità reddituale – e quella dei richiedenti che, eventualmente, condivideranno il finanziamento con te – è ti propone di suddividere l’importo che ti occorre in una serie di rate periodiche il cui importo sarà in parte utilizzato per estinguere una parte del capitale anticipato dalla banca, e la restante parte coprirà gli interessi maturati ovvero la remunerazione percepita dall’istituto di credito per prestarti il denaro nel tempo.

La lettura attenta del piano di ammortamento di una situazione debitoria consente di individuare nel dettaglio i costi da sostenere nel corso della vita del rapporto di debito e, a maggior ragione per il fatto che in questo documento vengono esposti tutti i dettagli dei costi da sostenere per il finanziamento, avrai la possibilità di individuare il momento esatto in cui estinguere anticipatamente il prestito sarà ancora conveniente. Accade infatti che, per i finanziamenti di più vecchia data, potrebbe essere sconveniente procedere all’estinzione del debito, avendo corrisposto già tutti o la maggior parte degli interessi sul debito.

Questo esito si può verificare perché i nostri istituti di credito, nell’esecuzione della richiesta di mutuo o di finanziamento, adottano come modalità di determinazione del piano, l’ammortamento alla francese che prevede il pagamento di una rata mensile che, nella prima parte della vita del debito servirà ad estinguere una quota parte molto rilevante degli interessi e che, con la prosecuzione del rapporto di debito, inizierà ad estinguere anche il capitale inizialmente anticipato dall’istituto bancario. Questa modalità viene preferita dalle banche che, in questo modo, possono entrare in possesso delle quote di interessi spettanti per i crediti che concedono in maniera anticipata rispetto alla durata di tutto il rapporto.

Per te che hai già iniziato a pagare il tuo finanziamento da qualche tempo tenere d’occhio il piano di ammortamento delle rate residue è davvero fondamentale, se stai pensando di liberarti della rata periodica ed estinguerlo anticipatamente. In caso di estinzione anticipata, infatti, è previsto che il debito residuo da rimborsare alla banca venga decurtato degli interessi non ancora maturati al momento della restituzione dell’importo; automaticamente quindi, se hai sottoscritto un mutuo con ammortamento alla francese e ne hai già pagato molte rate, è possibile che al momento dell’estinzione tu debba rimborsare un capitale che è di poco inferiore a quello che la banca ti ha prestato, in virtù del fatto che per tutto il tempo hai provveduto a pagare con le tue rate periodiche, prevalentemente gli interessi in via anticipata su tutto il periodo. Per questa ragione, l’estinzione anticipata potrebbe non convenire in alcuni casi.

Modalità di calcolo del piano di ammortamento alla francese

Le caratteristiche del piano di ammortamento alla francese prevedono che, a fronte del pagamento di una rata costante, la quota di interessi rimborsata sia massima all’inizio del periodo e decrescente lungo tutto l’arco della vita del rapporto di debito; la quota di interessi rimborsata di volta in volta con le rate è il risultato della moltiplicazione del valore del tasso di interesse concordato, per il debito residuo risultante alla rata precedente; la restante parte della rata viene decurtata in conto capitale, riducendo progressivamente l’importo da rimborsare. Nel caso dei mutui a tasso variabile l’importo della rata può subire delle variazioni nel corso della vita, dovute alle oscillazioni dei tassi di cambio interbancari.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.