Quotazione Oro Usato: Prezzo e Valutazione di Gioielli e Oggetti d’Oro Usato

E’ il materiale più largamente utilizzato nella realizzazione di monili, orologi e oggetti di pregio, secondo solo al platino in termini di valore, l’oro strappa il primato di metallo che, per caratteristiche relative alla capacità di legarsi stabilmente ad altre sub categorie metallifere, consente lavorazioni e varietà di impiego più vaste, data anche la maggiore disponibilità in natura. L’oro è nell’ immaginario collettivo la massima espressione della raffinatezza e di un certo status sociale ed economico, ragione per cui nei secoli se ne è stabilita quella che comunemente conoscerai come caratura, un valore che indica la purezza in rapporto alla quantità con altri metalli “poveri” che ne contrastano l’eccessiva malleabilità attribuendone la titolazione.

La caratura dell’oro è la percentuale di millesimi di grammo presenti nella lega composta finale che, partendo da un grado di purezza pari a 14kt può arrivare fino a 24kt, per quanto la più adoperata sia la caratura a 18kt, che titola l’oro al 750‰, ovvero 250gr di altri metalli presenti su un chilo di lega aurea finita. Conoscere la caratura di un gioiello ti aiuterà a comprendere come mai la sua quotazione può variare drasticamente, in fase di valutazione degli oggetti di oro in tuo possesso.

Le fluttuazioni cicliche del mercato aureo

La quantità di oro disponibile sul pianeta ha una tiratura ben definita, che nel tempo porterà ad un suo naturale esaurimento, per questo l’attribuzione di un controvalore monetario del prezioso metallo è soggetta a due parametri essenziali. Il primo è la quantità di oro detenuta a titolo di riserva dai vari governi mondiali presso le proprie banche centrali, come negli Stati Uniti la famosa Federal Reserve, che rappresenta l’indice di stabilità finanziaria nonché solvibilità nelle transazioni internazionali dei vari Paesi.

Il secondo parametro è l’oro che liberamente viene commercializzato e che, a seconda delle politiche economiche degli stessi Stati intese a farne incetta per le questioni di cui sopra, e delle strategie speculative dei colossi finanziari operanti sul mercato internazionale che ne accusano gli influssi, determina il prezzo per convenzione stabilito in oncia, ossia 31,1 grammi.

Oro bene rifugio e prospettiva di speculazione

Ti sarà spesso capitato di sentire come anticamente le famiglie tendessero, nel corso degli anni, a fare tesoro degli oggetti di oro accumulati, poiché in un mondo che evolveva facilmente i dettami di una cultura prevalentemente agricola e operaia, i nuovi mercati finanziari e concetti come borsa o titolo, spaventavano quella che per secoli era stata la destinazione dei risparmi verso il bene rifugio più comune, mai soggetto a drastiche quanto repentine perdite di valore.

Il benessere ha relegato l’accumulo di oro non tanto ad un suo valore specifico, quindi non più basato sulla sua caratura, bensì sulle linee realizzative che ne aumentavano il costo solo in funzione della griffe che lo aveva realizzato. Dunque per quanto costoso possa esser stato il tuo monile, se la sua titolazione non sfiora i 18kt, ne potrai ricavare ben poco, motivo per cui il mercato del compro oro ha visto negli ultimi anni una certa contrazione, frutto anche della crisi che ha spinto tante famiglie a vendere. Di conseguenza pensare ad una convenienza in termini di guadagno speculativo acquistando oro, sarebbe possibile solo su lingotti 24kt, ossia oro purissimo al 999‰, il cui attuale prezzo di mercato si aggira intorno ai 1150€ l’oncia.

Come vendere il proprio oro usato

Se sei intenzionato a vendere il tuo oro usato e consideri che in fin dei conti la quantità sia sufficiente a ricavarne un certo utile, ferma restante una caratura degna di nota, considera la possibilità di attendere il momento migliore. Ti sarà possibile seguire e iscriveerti gratuitamente presso uno dei tanti portali con quotazioni aggiornate in tempo reale, anche con app per il tuo smartphone, che tramite degli alert, ossia avvisi di raggiungimento della quota voluta, bloccheranno il prezzo del tuo quantitativo prezioso.

Questo ti consentirà di recarti fisicamente presso un qualsiasi compro oro che, dopo un piccolo test con reagenti per saggiarne la caratura, ti formulerà l’offerta sulla base della quotazione ricevuta dal programma. Ricorda che solitamente è dichiarata una quotazione di mercato per l’oro 24kt, quindi dovrai cercare l’esatta titolatura delle quantità da te possedute per estrapolarne il giusto ricavo.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.