Rincaro dei traghetti per la Sardegna: come risparmiare prenotando online

La Sardegna è una delle mete turistiche più ricercate per le vacanze estive, in grado ogni anno di attrarre migliaia di turisti italiani e stranieri in cerca di un po’ di relax nelle sue innumerevoli spiagge e calette. Nonostante l’aereo sia il mezzo più veloce per raggiungere la Sardegna, la maggior parte dei viaggiatori continua a preferire il traghetto per raggiungere l’isola sarda. Il passaggio in nave infatti permette di viaggiare con la propria auto o in camper, per potersi spostare autonomamente in Sardegna alla ricerca dei luoghi più suggestivi e nascosti dell’isola. Inoltre la macchina consente di portare con sé tutto l’occorrente per il mare, non dovendo sottostare ai limiti di spazio imposti dalle compagnie aeree, una soluzione ideale soprattutto per le famiglie con bambini.

Tuttavia il prezzo dei traghetti in questa estate 2018 è andato letteralmente alle stelle, con un rincaro consistente nelle tariffe applicate dalle principali compagnie marittime che offrono questo servizio, i cui prezzi e offerte puoi consultare sul comparataore dei traghetti Sardegna http://www.traghettisardegnaofferte.it. Secondo le associazioni dei consumatori gli aumenti del costo dei traghetti per la Sardegna nel 2018 sono stati dal 20 al 30% rispetto al 2017, portando il prezzo medio del passaggio per una famiglia di 2 persone con auto a circa 700€.

Rincari dei traghetti per la Sardegna: dal 2016 aumenti fino al 117%

Il problema dei rincari del prezzo dei traghetti per la Sardegna non è un problema recente, tanto che già dal 2016 erano state poste delle interrogazioni parlamentari sul tema. Gli aumenti del trasporto marittimo infatti non hanno colpito tutto il settore uniformemente ma in particolare i traghetti per la Sardegna, facendo scattare il dubbio legittimo sulla validità di tale operazione.

Secondo il senatore Marco Filippi del PD i rincari sono parzialmente ingiustificati, soprattutto a fronte delle misure di sostegno al trasporto marittimo varate dal Governo negli ultimi due anni. In alcuni casi il prezzo per una famiglia di 4 persone andata e ritorno è arrivato fino a 1.200€ in alta stagione, con rincari fino al 117% rispetto al 2016 secondo le rilevazioni di giugno 2018 della Federconsumatori.

La stessa tratta a febbraio si poteva invece acquistare a 320€ circa, un divario considerato eccessivo da molte associazioni dei consumatori e dalla maggior parte dei viaggiatori. Solamente la tariffa per il trasporto dell’auto è passata in molti casi dagli 80€ in media del 2017 ai quasi 250€ del 2018, una politica aziendale pericolosa che potrebbe influire negativamente sul turismo in Sardegna.

Come risparmiare sul prezzo del traghetto per la Sardegna

Nonostante il pesante rincaro dei prezzi dei traghetti per la Sardegna nel 2018, per risparmiare è possibile prenotare il viaggio online. Utilizzando le piattaforme di prenotazione su internet infatti si possono trovare diverse offerte e promozioni, arrivando a pagare fino al 30% in meno sul costo del traghetto per la Sardegna. Un risparmio considerevole per una famiglia media, che evita di dover rinunciare alle tante agognate vacanze estive nell’isola più bella d’Italia.

Per aumentare ancora i vantaggi offerti dalle prenotazioni online è possibile utilizzare alcuni accorgimenti. Ad esempio avere delle date flessibili permette di trovare tutte le migliori offerte del momento, risparmiando in alcune situazioni fino al 20% sul prezzo del traghetto. Allo stesso modo è consigliabile muoversi con largo anticipo, approfittando degli sconti messi a disposizione dei viaggiatori dalle piattaforme di prenotazione online.

Infine è utile pianificare con intelligenza le proprie vacanze, evitando di partire o di tornare nei weekend ma cercando di farlo durante i giorni di minore flusso, come ad esempio il lunedì e il martedì. Il rincaro del prezzo dei traghetti per la Sardegna non è certo una buona notizia per chi ama questa meravigliosa isola, tuttavia con un po’ di pazienza e prenotando online il proprio viaggio si può trovare una soluzione ragionevole, per non dover rinunciare a passare le vacanze estive in Sardegna.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.